Newsletter G.I.BIS. - Agosto 2018
Vedi sul Browser
nlg-banner
Trattare l’osteoporosi può dimezzare il rischio di recidiva di malattia e la mortalità nelle donne affette da carcinoma mammario

E’ questo il risultato di un recente studio che ha riguardato 450 donne affette da tumore alla mammella ER+ che hanno avviato una terapia con inibitori dell’aromatasi e che sono state seguite per un periodo medio di 10 anni.

ombrettaviapiana
carcinoma-mammario

Osteoporosis treatment and 10 years' oestrogen receptor+ breast cancer outcome in postmenopausal women treated with aromatase inhibitors

Bouvard B., Chatelais J., Soulié P., Hoppé E., Saulnier P., Capitain O., Mege M., Mesgouez-Nebout N., Jadaud E., Abadie-Lacourtoisie S., Campone M., Legrand E.

BACKGROUND:

I principali fattori di rischio per recidiva di carcinoma della mammella sono ben noti come le dimensioni del tumore e il coinvolgimento linfonodale. Lo scopo del nostro studio è stato di valutare l’effetto a 10 anni della densità minerale ossea, delle fratture e della prescrizione di bisfosfonati e vitamina D sul tumore alla mammella.


SOCINFORMA
On-line il settimo caso clinico G.I.BIS.
giannini
07
DIMAGRIRE FA BENE, MA...

Prof. Sandro Giannini


Accedi ai contenuti riservati

-

Accedi ai contenuti riservati ed  aggiorna il tuo profilo.

Se non sei ancora iscritto sul sito, clicca sul pulsante e compila il form.


Logo Abiogen
Everywhere srl Unipersonale