Robinson ME, Trejo P, Palomo T, Glorieux FH, Rauch F.
J Bone Miner Res. 2019 Jul 29. doi: 10.1002/jbmr.3833. [Epub ahead of print]

Osteogenesis Imperfecta:

Skeletal Outcomes After Bisphosphonate Discontinuation at Final Height

Abstract
I bisfosfonati ev somministrati a cicli sono diffusamente utilizzati per trattare bambini con osteogenesi imperfetta (OI) moderata-severa. I bisfosfonati vengono spesso sospesi quando la crescita del bambino è completata ma i successivi cambiamenti dello scheletro non sono stati studiati in dettaglio. Abbiamo valutato 31 pazienti (22 femmine) con OI che hanno avviato la terapia con bisfosfonati (pamidronato o zoledronato) prima dei 13 anni di età, che sono stati trattati per almeno 2 anni (range da 4,7 a 15,7 anni) e che hanno sospeso il trattamento dopo aver completato la fase di crescita ad un’età dai 13,4 ai 20 anni (media 16,4 anni). Dopo 4 anni dalla sospensione, la densità minerale ossea (BMD) areale alla colonna è aumentata del 4%(p < 0.05). La TAC periferica a livello del radio ha mostrato una riduzione della BMD volumetrica trabecolare alla metafisi distale del 19% ma un incremento di quella corticale del 4% (p < 0.05 per entrambe). Nessuno dei pazienti ha avuto nuove fratture vertebrali durante il follow-up. La percentuale di pazienti con nuove fratture delle ossa lunghe è risultato più alto nei due anni prima della sospensione del trattamento ce negli ultimi anni 2 anni di follow-up (42% e 16%, rispettivamente; p < 0.05).

©2019 Gruppo Italiano per lo studio dei BISfosfonati

Scrivi alla segreteria

Per qualsiasi informazione sull'iscrizione alla società G.I.BIS. Scrivi alla segreteria.

Invio

Entra con le tue credenziali

oppure    

Dimenticate le credenziali

Create Account